Obiettivo del progetto "Recupero, caratterizzazione, Salvaguardia e Valorizzazione di leguminose e cereali da Granella e foraggio IN Puglia" - SaVeGraINPuglia (Misura 214 azione 4 sub.a, PSR 2007-2013) sezione cerealicola è la preservazione delle risorse genetiche cerealicole nei luoghi dove da almeno 80 anni sono state tradizionalmente coltivate e dove sono ancora oggi variamente distribuite negli 11 ambiti di paesaggio inclusi nel Piano Paesaggistico Territoriale Regionale (PPTR). A tal fine sono state sinergicamente avviate azioni volte al reperimento di informazioni storiche, raccolta di antiche risorse genetiche vegetali locali, allevamento delle stesse al fine di procedere alla loro caratterizzazione morfologica e genetica, risanamento, conservazione in situ nei luoghi dove sono state individuate. Le informazioni storiche sono state reperite in biblioteche inserite in ciascuno dei sei poli regionali afferenti al Sistema Bibliotecario Nazionale (SBN), in biblioteche regionali, collaborando con i Gruppi di Azione Locale, associazioni culturali, esperti di settore e raccogliendo testimonianze di anziani agricoltori che hanno memoria delle tecniche colturali, proverbi, ricette, usi rituali relativi alle risorse. Sono stati raccolti circa 78 campioni ed i siti di reperimento georeferenziati. I campioni sono stati catalogati e conservati ex situ a basse temperature o mediante propagazione. Nell'ambito territoriale del Gargano, Monti Dauni, Alta Murgia, Murgia dei Trulli ed Arco Jonico Tarantino sono stati reperiti grani duri (Triticum durum desf.) e grani teneri (Triticum aestivum L.) e tra quest'ultimi in prevalenza la Bianchetta. Nel Tavoliere salentino e Salento delle Serre, prevalentemente orzo (Hordeum vulgare L.) ed avena (Avena sativa L.). In tutta la regione e in particolare nel Salento, prevale come coltura cerealicola di antica tradizione il grano duro Senatore Cappelli. Una sezione dei campioni è stata sottoposta a risanamento fitosanitario e caratterizzazione morfologica, genetica, tecnologica, nutrizionale. La caratterizzazione morfologica e la propagazione a fini conservativi sono state eseguite in campi catalogo opportunamente predisposti al fine di procedere alle verifiche di alcuni caratteri. Per sei risorse cerealicole è stato inoltre possibile completare l'intero ciclo di azioni previste dal progetto, inclusa la conservazione in situ presso l'azienda detentrice della risorsa. Per tutte sono state predisposte schede di segnalazione, storiche e di caratterizzazione nonché schede digitali seguendo le indicazioni riportate nel Piano Nazionale sulla Biodiversità di interesse Agricolo (PNBA) e nei descrittori dell'International Board for Plant Genetic Resources (IBPGR). L'integrazione dei dati rilevati nell'ambito di ciascuna attività di reperimento, risanamento, caratterizzazione, conservazione in situ ed ex situ, ha messo in luce un possibile modello di conservazione dinamica dei cereali.

Cereali: risultati del progetto SaVeGraINPuglia

Di Renzo P.;Tomaselli V.;Veronico G.;Finetti Sialer M.;
2016

Abstract

Obiettivo del progetto "Recupero, caratterizzazione, Salvaguardia e Valorizzazione di leguminose e cereali da Granella e foraggio IN Puglia" - SaVeGraINPuglia (Misura 214 azione 4 sub.a, PSR 2007-2013) sezione cerealicola è la preservazione delle risorse genetiche cerealicole nei luoghi dove da almeno 80 anni sono state tradizionalmente coltivate e dove sono ancora oggi variamente distribuite negli 11 ambiti di paesaggio inclusi nel Piano Paesaggistico Territoriale Regionale (PPTR). A tal fine sono state sinergicamente avviate azioni volte al reperimento di informazioni storiche, raccolta di antiche risorse genetiche vegetali locali, allevamento delle stesse al fine di procedere alla loro caratterizzazione morfologica e genetica, risanamento, conservazione in situ nei luoghi dove sono state individuate. Le informazioni storiche sono state reperite in biblioteche inserite in ciascuno dei sei poli regionali afferenti al Sistema Bibliotecario Nazionale (SBN), in biblioteche regionali, collaborando con i Gruppi di Azione Locale, associazioni culturali, esperti di settore e raccogliendo testimonianze di anziani agricoltori che hanno memoria delle tecniche colturali, proverbi, ricette, usi rituali relativi alle risorse. Sono stati raccolti circa 78 campioni ed i siti di reperimento georeferenziati. I campioni sono stati catalogati e conservati ex situ a basse temperature o mediante propagazione. Nell'ambito territoriale del Gargano, Monti Dauni, Alta Murgia, Murgia dei Trulli ed Arco Jonico Tarantino sono stati reperiti grani duri (Triticum durum desf.) e grani teneri (Triticum aestivum L.) e tra quest'ultimi in prevalenza la Bianchetta. Nel Tavoliere salentino e Salento delle Serre, prevalentemente orzo (Hordeum vulgare L.) ed avena (Avena sativa L.). In tutta la regione e in particolare nel Salento, prevale come coltura cerealicola di antica tradizione il grano duro Senatore Cappelli. Una sezione dei campioni è stata sottoposta a risanamento fitosanitario e caratterizzazione morfologica, genetica, tecnologica, nutrizionale. La caratterizzazione morfologica e la propagazione a fini conservativi sono state eseguite in campi catalogo opportunamente predisposti al fine di procedere alle verifiche di alcuni caratteri. Per sei risorse cerealicole è stato inoltre possibile completare l'intero ciclo di azioni previste dal progetto, inclusa la conservazione in situ presso l'azienda detentrice della risorsa. Per tutte sono state predisposte schede di segnalazione, storiche e di caratterizzazione nonché schede digitali seguendo le indicazioni riportate nel Piano Nazionale sulla Biodiversità di interesse Agricolo (PNBA) e nei descrittori dell'International Board for Plant Genetic Resources (IBPGR). L'integrazione dei dati rilevati nell'ambito di ciascuna attività di reperimento, risanamento, caratterizzazione, conservazione in situ ed ex situ, ha messo in luce un possibile modello di conservazione dinamica dei cereali.
9788894133226
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11586/258936
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact