LA PERCEZIONE DEL DOLORE PRECORDIALE: UNO STUDIO OSSERVAZIONALE