La diffusione esponenziale dei sistemi di apprendimento multimediale adattati alle differenze individuali in termini di stili cognitivi si è focalizzata sul mondo giovanile, tralasciando la centralità dei processi di apprendimento continuo e ricorrente (life long learning). In queso ambito particolare importanza riveste l’apprendimento in soggetti anziani. Obiettivi: verificare l’efficacia dell’adattamento dei e-learning objects presentati mediante piattaforma adattiva SCORM in un campione di giovani anziani e analizzare la relazione tra stili cognitivi e processi di apprendimento. Metodologia: 92 soggetti (> 58) frequentanti l’Università della Terza Età dell’Italia meridionale hanno compilato un questionario composto da: sezione socio-anagrafica, AMOS (QSC), Questionario sui Processi di Apprendimento (QPA) e Scala sull’Attitudine al Computer (CAS). Il campione è stato quindi distinto in due gruppi equamente distribuiti per stile cognitivo e modalità di apprendimento (SCORM vs. metodo tradizionale). I dati, sottoposti ad analisi causali, hanno dimostrato la validità dell’adattamento dei contenuti di apprendimento agli stili cognitivi.

Stili cognitivi e apprendimento multimediale nella terza età

SINATRA, Maria;TANUCCI, Giancarlo;
2012

Abstract

La diffusione esponenziale dei sistemi di apprendimento multimediale adattati alle differenze individuali in termini di stili cognitivi si è focalizzata sul mondo giovanile, tralasciando la centralità dei processi di apprendimento continuo e ricorrente (life long learning). In queso ambito particolare importanza riveste l’apprendimento in soggetti anziani. Obiettivi: verificare l’efficacia dell’adattamento dei e-learning objects presentati mediante piattaforma adattiva SCORM in un campione di giovani anziani e analizzare la relazione tra stili cognitivi e processi di apprendimento. Metodologia: 92 soggetti (> 58) frequentanti l’Università della Terza Età dell’Italia meridionale hanno compilato un questionario composto da: sezione socio-anagrafica, AMOS (QSC), Questionario sui Processi di Apprendimento (QPA) e Scala sull’Attitudine al Computer (CAS). Il campione è stato quindi distinto in due gruppi equamente distribuiti per stile cognitivo e modalità di apprendimento (SCORM vs. metodo tradizionale). I dati, sottoposti ad analisi causali, hanno dimostrato la validità dell’adattamento dei contenuti di apprendimento agli stili cognitivi.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11586/137092
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact