Possibilità del rilassamento lagrangiano nella soluzione di problemi di programmazione lineare bivalente