Il problema dei prerequisiti: la soluzione americana