Ripensare i dati come risorse digitali: un processo difficile?