Partendo dal film di Angelopoulos "L'eternità e un giorno", l'articolo affronta la questione del rapporto Sé / altro, con particolare riferimento alla filosofia di Paul Ricoeur, approdando ad una riflessione sul tema delle migrazioni

“Un abbraccio / straniero / molto tardi nella notte”. Riflessioni filosofiche sull’estraneità del Sé e dell’Altro a partire da un film di Angelopoulos

Annalisa Caputo
2020

Abstract

Partendo dal film di Angelopoulos "L'eternità e un giorno", l'articolo affronta la questione del rapporto Sé / altro, con particolare riferimento alla filosofia di Paul Ricoeur, approdando ad una riflessione sul tema delle migrazioni
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11586/293964
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact