“Dalla Beat Generation alla Swinging London: lo sguardo, l’ascolto, il corpo, la libertà”