Notissimo come pittore manierista, e soprattutto come ritrattista, meno noto come scrittore, Bronzino è oggetto di un’attenzione sempre più puntuale, in questi ultimi anni, per la sua poesia, molto nota e amata invece nella Firenze del maturo ‘500. Il saggio è un’esplorazione quanto più possibile puntuale, di un Bronzino ancora più stupefacente, nei Salterelli dell’Abbrucia, come poeta burlesco, tra gli eredi più originali della traduzione burchiellesca e berniana del cosiddetto ‘nonsense’

"Sì grande Apelle, e non minore Apollo": il nonsense del Bronzino manierista

C. CHIUMMO
2009

Abstract

Notissimo come pittore manierista, e soprattutto come ritrattista, meno noto come scrittore, Bronzino è oggetto di un’attenzione sempre più puntuale, in questi ultimi anni, per la sua poesia, molto nota e amata invece nella Firenze del maturo ‘500. Il saggio è un’esplorazione quanto più possibile puntuale, di un Bronzino ancora più stupefacente, nei Salterelli dell’Abbrucia, come poeta burlesco, tra gli eredi più originali della traduzione burchiellesca e berniana del cosiddetto ‘nonsense’
9788884026842
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11586/283279
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact