Le argomentazioni del giudice nell' «uditorio universale»