Inautenticità e sofferenza mentale. Un percorso con Binswanger, a partire dallo “scenario” di “Essere e tempo”