Parafrasando quanto detto da Adorno a proposito dell'Olocausto, ci si chiede come sia possibile pensare seriamente il gioco in un epoca che pare proprio non avere nulla di ludico

Scrivere sul gioco, oggi, nell’epoca delle migrazioni, è un atto di barbarie?

CAPUTO, ANNALISA
2015

Abstract

Parafrasando quanto detto da Adorno a proposito dell'Olocausto, ci si chiede come sia possibile pensare seriamente il gioco in un epoca che pare proprio non avere nulla di ludico
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
gioco barbarie.pdf

accesso aperto

Tipologia: Documento in Versione Editoriale
Licenza: NON PUBBLICO - Accesso privato/ristretto
Dimensione 472.93 kB
Formato Adobe PDF
472.93 kB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11586/194842
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact