Partendo da quanto Ricœur scrive nel testo/intervista Le arti, il linguaggio e l’estetica-ermeneutica, ovvero dall’idea che la musica sia un caso-limite tra le arti, questo saggio prova a ripensare l’idea di una ‘sinfonia’ in cui i diversi linguaggi sono posti in crescendo e decrescendo, a seconda della loro capacità rappresentativa e/o iconica. All’interno di questa cornice, resta poi da capire qual è il dono specifico che la musica, dando a pensare, può fare alla filosofia, al linguaggio corrente e all’esistenza.

Starting from Arts, Language and Hermeneutic Aesthetics. Interview with Paul Ricoeur. Conducted by JeanMarie Brohm and Magali Uhl, and from the Ricoeurian idea that music is a limit-case between arts, this essay tries to rethink the idea of the „symphony‟ of the arts: a symphony in which different languages are placed in crescendo and decrescendo, according to their representative and/or iconic capacity. Within this frame, then it remains to understand why music «donne à penser», and consequently what is the specific „gift‟ that music can give to philosophy, to current language and to our existence

Paul Ricoeur e la musica come caso-limite nella sinfonia delle arti

CAPUTO, ANNALISA
2015

Abstract

Starting from Arts, Language and Hermeneutic Aesthetics. Interview with Paul Ricoeur. Conducted by JeanMarie Brohm and Magali Uhl, and from the Ricoeurian idea that music is a limit-case between arts, this essay tries to rethink the idea of the „symphony‟ of the arts: a symphony in which different languages are placed in crescendo and decrescendo, according to their representative and/or iconic capacity. Within this frame, then it remains to understand why music «donne à penser», and consequently what is the specific „gift‟ that music can give to philosophy, to current language and to our existence
Partendo da quanto Ricœur scrive nel testo/intervista Le arti, il linguaggio e l’estetica-ermeneutica, ovvero dall’idea che la musica sia un caso-limite tra le arti, questo saggio prova a ripensare l’idea di una ‘sinfonia’ in cui i diversi linguaggi sono posti in crescendo e decrescendo, a seconda della loro capacità rappresentativa e/o iconica. All’interno di questa cornice, resta poi da capire qual è il dono specifico che la musica, dando a pensare, può fare alla filosofia, al linguaggio corrente e all’esistenza.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
22. Caputo - Paul Ricoeur e la musica come caso-limite nella sinfonia delle arti (1).pdf

accesso aperto

Tipologia: Documento in Versione Editoriale
Licenza: NON PUBBLICO - Accesso privato/ristretto
Dimensione 1.1 MB
Formato Adobe PDF
1.1 MB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11586/139945
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact