Il contributo indaga il modello di integrazione degli interessi ambientali nella disciplina dei contratti pubblici costituito dagli “appalti verdi”, ai quali si applicano criteri ambientali rilevanti nella formazione, interpretazione ed esecuzione dei contratti. L’obbligatorietà di tali criteri trasforma l’interesse ambientale in un vincolo interno alle procedure di affidamento. L’analisi “ecologica” del diritto contrattuale, in conformità ai principi dello sviluppo sostenibile e della responsabilità intergenerazionale, induce ad accreditare un nuovo paradigma contrattuale: il “contratto ecologico”

Contratto e promozione dell’uso responsabile delle risorse naturali: etichettatura ambientale e appalti verdi

PENNASILICO, Mauro
2015

Abstract

Il contributo indaga il modello di integrazione degli interessi ambientali nella disciplina dei contratti pubblici costituito dagli “appalti verdi”, ai quali si applicano criteri ambientali rilevanti nella formazione, interpretazione ed esecuzione dei contratti. L’obbligatorietà di tali criteri trasforma l’interesse ambientale in un vincolo interno alle procedure di affidamento. L’analisi “ecologica” del diritto contrattuale, in conformità ai principi dello sviluppo sostenibile e della responsabilità intergenerazionale, induce ad accreditare un nuovo paradigma contrattuale: il “contratto ecologico”
978-88-495-2972-2
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Sisdic 2015.pdf

non disponibili

Tipologia: Documento in Versione Editoriale
Licenza: NON PUBBLICO - Accesso privato/ristretto
Dimensione 456.16 kB
Formato Adobe PDF
456.16 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11586/139827
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact