La Puglia conserva la propria vocazione rurale occupando nel settore agro-zootecnico oltre 127.000 addetti distribuiti fra piccole e medie imprese agricole a prevalente conduzione diretta. I rischi occupazionali in agricoltura sono molteplici e complessi e l’incremento delle denunce di malattie professionali occorse in questo settore all’ente assicuratore lo conferma. Il D. Lgs 81/08 prevede l’emanazione di disposizioni ministeriali per la semplificazione delle attività di formazione, informazione e sorveglianza sanitaria dei lavoratori agricoli avventizi tuttora mancanti. Per i coltivatori diretti la sorveglianza sanitaria è facoltativa. Lo studio analizza lo stato dell’applicazione degli adempimenti previsti dal D. Lgs 81/08 in un gruppo di 50 aziende agricole della provincia di Bari evidenziando carenze. L’analisi delle possibili cause suggerisce l’opportunità di promuovere l’organizzazione delle piccole e medie imprese agricole in consorzi che offrano supporto anche per la corretta e completa valutazione dei rischi, per la formazione e l’informazione dei lavoratori occupati in agricoltura e per l’effettuazione della sorveglianza sanitaria. Parole chiave: agricoltura, testo unico sicurezza, valutazione rischi

Indagine sull'applicazione degli adempimenti previvisti dal D.Lgs 81/2008 in un campione di aziende agricole della provincia di Bari.

MACINAGROSSA, Linda;FERRI, Giovanni Maria;MUSTI, Marina
2011

Abstract

La Puglia conserva la propria vocazione rurale occupando nel settore agro-zootecnico oltre 127.000 addetti distribuiti fra piccole e medie imprese agricole a prevalente conduzione diretta. I rischi occupazionali in agricoltura sono molteplici e complessi e l’incremento delle denunce di malattie professionali occorse in questo settore all’ente assicuratore lo conferma. Il D. Lgs 81/08 prevede l’emanazione di disposizioni ministeriali per la semplificazione delle attività di formazione, informazione e sorveglianza sanitaria dei lavoratori agricoli avventizi tuttora mancanti. Per i coltivatori diretti la sorveglianza sanitaria è facoltativa. Lo studio analizza lo stato dell’applicazione degli adempimenti previsti dal D. Lgs 81/08 in un gruppo di 50 aziende agricole della provincia di Bari evidenziando carenze. L’analisi delle possibili cause suggerisce l’opportunità di promuovere l’organizzazione delle piccole e medie imprese agricole in consorzi che offrano supporto anche per la corretta e completa valutazione dei rischi, per la formazione e l’informazione dei lavoratori occupati in agricoltura e per l’effettuazione della sorveglianza sanitaria. Parole chiave: agricoltura, testo unico sicurezza, valutazione rischi
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11586/139029
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact