Lo "scatto" diventa reato se le immagini evocano il compimento di atti sessuali