The contribution is about the integrated tourist planning and some applications in Puglia. The concept of integration in the tourist area together with other economic fields is not new, even if in the past years it has been expressed and used discontinuously both in planning and in interventions. Currently it is known the importance to create a network of programmed acts on the territory. These acts must already plan in terms of territorial system and give the chance to focus on the key idea of this planning. That is referring to the territorial system as to the protagonist of those programmed actions. This is proved in an area of Salento (Province of Lecce) which is homogeneous, with a heritage full of environmental, historic, architectural, cultural, handcrafted, entrepreneurial resources. That can represent a full tourist offer.

Il volume di cui il contributo fa parte nasce a seguito degli approfondimenti scaturiti dalla analisi realizzate all’internodi un gruppo di ricerca nazionale (Grantur) (Miur-Cofin 2001) su “Turismo, crescita produttiva, fattori locali e competitività del territorio”, responsabile nazionale Prof. A. Celant e Responsabile dell’Unità locale G. Novelli e poi A. Mininno e composta da E. Caprioli. A.G. Giorgio, M. d’Amato, R. Grumo e M. Novelli su “Turismo e sviluppo regionale: individuazione delle risorse e valutazione delle strategie per la competitività della Puglia sul mercato nazionale e internazionale” Il contributo sulla pianificazione integrata nel turismo si pone l’obiettivo di valutare alcuni aspetti del Rapporto finale, approfondendoli. Infatti ci si interroga sul valore e sulla natura dei sistemi turistici, valutando l’effettiva omogeneità di tali contesti. Di seguito si fa il punto sulla pianificazione integrata in Puglia (PIT (Progetti Integrati Territoriali) e PIS (Piani Integrati di Settore), sulle logiche territoriali di tali progetti e piani e sulla loro effettiva attuazione. Un esempio per comprendere i processi che sottendono i PIS viene fornito, in particolare, dal Progetto Integrato Settoriale n. 14 “Turismo, cultura, ambiente nel territorio del Sud Salento” che comprende sessantadue comuni a sud di una linea ideale che congiunge Otranto-Maglie-Gallipoli che, al momento, rappresenta una delle migliori pratiche nell’ambito dei PIS. Tuttto ciò trova motivazione in una forte identità territoriale e in una omogeneità che si traducono in un’offerta turistica integrata.

La pianificazione integrata nel turismo per la fruizione e la gestione delle risorse culturali e ambientali

GRUMO, Rosalina
2005

Abstract

Il volume di cui il contributo fa parte nasce a seguito degli approfondimenti scaturiti dalla analisi realizzate all’internodi un gruppo di ricerca nazionale (Grantur) (Miur-Cofin 2001) su “Turismo, crescita produttiva, fattori locali e competitività del territorio”, responsabile nazionale Prof. A. Celant e Responsabile dell’Unità locale G. Novelli e poi A. Mininno e composta da E. Caprioli. A.G. Giorgio, M. d’Amato, R. Grumo e M. Novelli su “Turismo e sviluppo regionale: individuazione delle risorse e valutazione delle strategie per la competitività della Puglia sul mercato nazionale e internazionale” Il contributo sulla pianificazione integrata nel turismo si pone l’obiettivo di valutare alcuni aspetti del Rapporto finale, approfondendoli. Infatti ci si interroga sul valore e sulla natura dei sistemi turistici, valutando l’effettiva omogeneità di tali contesti. Di seguito si fa il punto sulla pianificazione integrata in Puglia (PIT (Progetti Integrati Territoriali) e PIS (Piani Integrati di Settore), sulle logiche territoriali di tali progetti e piani e sulla loro effettiva attuazione. Un esempio per comprendere i processi che sottendono i PIS viene fornito, in particolare, dal Progetto Integrato Settoriale n. 14 “Turismo, cultura, ambiente nel territorio del Sud Salento” che comprende sessantadue comuni a sud di una linea ideale che congiunge Otranto-Maglie-Gallipoli che, al momento, rappresenta una delle migliori pratiche nell’ambito dei PIS. Tuttto ciò trova motivazione in una forte identità territoriale e in una omogeneità che si traducono in un’offerta turistica integrata.
978888-4590450
The contribution is about the integrated tourist planning and some applications in Puglia. The concept of integration in the tourist area together with other economic fields is not new, even if in the past years it has been expressed and used discontinuously both in planning and in interventions. Currently it is known the importance to create a network of programmed acts on the territory. These acts must already plan in terms of territorial system and give the chance to focus on the key idea of this planning. That is referring to the territorial system as to the protagonist of those programmed actions. This is proved in an area of Salento (Province of Lecce) which is homogeneous, with a heritage full of environmental, historic, architectural, cultural, handcrafted, entrepreneurial resources. That can represent a full tourist offer.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11586/99986
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact