L’art. 3 del regolamento indica i criteri generali per l’affidamento dei servizi pubblici locali: nella sua prima parte individua le norme applicabili a qualsiasi tipologia di affidamento, nella seconda i criteri da seguire nella scelta del socio privato al quale vengano attribuiti specifici compiti operativi nell’ipotesi in cui il servizio sia stato affidato a una società mista. In larga parte l’articolo regolamenta, in una disposizione espressa, criteri già previsti nella disciplina di settore o nella prassi già contemplati per le sollecitazioni della giurisprudenza nazionale e comunitaria.

Commento sub art. 3 Regolamento D.P.R. n. 168/2010

CALDERAZZI, Rosa
2011

Abstract

L’art. 3 del regolamento indica i criteri generali per l’affidamento dei servizi pubblici locali: nella sua prima parte individua le norme applicabili a qualsiasi tipologia di affidamento, nella seconda i criteri da seguire nella scelta del socio privato al quale vengano attribuiti specifici compiti operativi nell’ipotesi in cui il servizio sia stato affidato a una società mista. In larga parte l’articolo regolamenta, in una disposizione espressa, criteri già previsti nella disciplina di settore o nella prassi già contemplati per le sollecitazioni della giurisprudenza nazionale e comunitaria.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11586/8534
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact