Rileggere e riscrivere le fonti del passato rivelava il desiderio di renderle più accessibili. Far cadere la maschera era necessario, se quel mondo ancora sanciva una pietra di paragone per i moderni. Macaulay esaminò, così, diversi modi di narrare la Storia e s’intuisce che nel 1828 il racconto della storia di Clio voleva essere un’occasione per definire un proprio modus narrandi la Storia. Non c’è il rigore del filologo in Macaulay, ma il desiderio, ereditato da una tradizione pre-romantica, di rivisitare i modi con cui era stato letto il passato. Un punto importante e contraddittorio; se da un alto, quello formale, si rintracciavano gli elementi costitutivi di una tradizione e si riconducevano alle esigenze del mondo moderno, dall’altro si celebrava in quei fogli l’autonomia dello scrivere la Storia dei moderni. Nel Saggio sulla Storia quella contrapposizione non fu risolta, anzi consolidata proprio in quella ideale e certo presuntuosa definizione dello storico perfetto in cui lo stesso Macaulay voleva essere riconosciuto.

Il racconto dei fatti storici. Note a 'History' di Thomas Babington Macaulay / BRONZINI S. - In: CONTESTI. - ISSN 1126-2133. - (2008).

Il racconto dei fatti storici. Note a 'History' di Thomas Babington Macaulay

BRONZINI, Stefano
2008

Abstract

Rileggere e riscrivere le fonti del passato rivelava il desiderio di renderle più accessibili. Far cadere la maschera era necessario, se quel mondo ancora sanciva una pietra di paragone per i moderni. Macaulay esaminò, così, diversi modi di narrare la Storia e s’intuisce che nel 1828 il racconto della storia di Clio voleva essere un’occasione per definire un proprio modus narrandi la Storia. Non c’è il rigore del filologo in Macaulay, ma il desiderio, ereditato da una tradizione pre-romantica, di rivisitare i modi con cui era stato letto il passato. Un punto importante e contraddittorio; se da un alto, quello formale, si rintracciavano gli elementi costitutivi di una tradizione e si riconducevano alle esigenze del mondo moderno, dall’altro si celebrava in quei fogli l’autonomia dello scrivere la Storia dei moderni. Nel Saggio sulla Storia quella contrapposizione non fu risolta, anzi consolidata proprio in quella ideale e certo presuntuosa definizione dello storico perfetto in cui lo stesso Macaulay voleva essere riconosciuto.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11586/81877
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact