Bari: una città dal pregiudizio ragionevole?