Approccio interdisciplinare rivolto a dimostrare, attraverso una rilettura dello Zibaldone, la precoce e originale relazione instaurata da Leopardi con la problematica della scienza della vita e dell'uomo, e a cogliere nella sperimentazione letteraria delle Operette morali la formalizzazione di una critica della metafisica tradizionale e della mentalità corrente derivante dal suo particolare orientamento epistemologico.

Al di qua dell'infinito. La "teoria dell'uomo" di Giacomo Leopardi

BOVA, Anna Clara
2009

Abstract

Approccio interdisciplinare rivolto a dimostrare, attraverso una rilettura dello Zibaldone, la precoce e originale relazione instaurata da Leopardi con la problematica della scienza della vita e dell'uomo, e a cogliere nella sperimentazione letteraria delle Operette morali la formalizzazione di una critica della metafisica tradizionale e della mentalità corrente derivante dal suo particolare orientamento epistemologico.
978-88-430-5129-8
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11586/67573
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact