La conoscenza diffusa e puntuale di tutte le fonti disponibili, anche di quelle un tempo considerate ausiliarie dallo storico del diritto, il fermo rifiuto di criteri aprioristici e di logiche modernistiche, sono ora i segni precipui, non gli unici, di un itinerario intellettuale significativamente rivolto a considerare il diritto romano, e la sua scienza, come un momento della cultura antica. I saggi qui raccolti si collocano nel solco di questa tradizione.

Giuristi Poteri Istituzioni. Scritti di Diritto Romano. I

GIODICE, Venanzia
2013

Abstract

La conoscenza diffusa e puntuale di tutte le fonti disponibili, anche di quelle un tempo considerate ausiliarie dallo storico del diritto, il fermo rifiuto di criteri aprioristici e di logiche modernistiche, sono ora i segni precipui, non gli unici, di un itinerario intellettuale significativamente rivolto a considerare il diritto romano, e la sua scienza, come un momento della cultura antica. I saggi qui raccolti si collocano nel solco di questa tradizione.
978-88-6611-289-1
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11586/63332
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact