La centralità del Mediterraneo e il dialogo tra le democrazie (una lettura giuridica della "primavera araba")