Nel contributo si affronta l'analisi delle principali traduzioni italiane di "Poeta en Nueva York" di García Lorca a partire da un approccio filologico al testo. La raccolta lorchiana, pubblicata postuma in due edizioni nel 1940 e le cui intricate vicende editoriali attraversano la storia letteraria del novecento fino al rinvenimento nel 1999 dello scartafaccio che costituisce di fatto l'originale dell'opera, è un esempio interessantissimo di come sia, in alcuni casi, imprescindibile che l'esperienza traduttoria parta da precisi presupposti ecdotici per restituire al lettore, pur attraverso un'altra veste linguistica, l'ultima volontà dell'autore.

«Tropezando con mi rostro distinto de cada día». ‘Poeta en Nueva York’ di Federico García Lorca dalla tradizione alla traduzione

LASKARIS, PAOLA
2008

Abstract

Nel contributo si affronta l'analisi delle principali traduzioni italiane di "Poeta en Nueva York" di García Lorca a partire da un approccio filologico al testo. La raccolta lorchiana, pubblicata postuma in due edizioni nel 1940 e le cui intricate vicende editoriali attraversano la storia letteraria del novecento fino al rinvenimento nel 1999 dello scartafaccio che costituisce di fatto l'originale dell'opera, è un esempio interessantissimo di come sia, in alcuni casi, imprescindibile che l'esperienza traduttoria parta da precisi presupposti ecdotici per restituire al lettore, pur attraverso un'altra veste linguistica, l'ultima volontà dell'autore.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11586/54884
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact