The essay addresses the problem of the patentability of autonomous and dualuse weapons concerning the requirement of the lawfulness of the invention and, more particularly, of the contrast with the principles of public order and morality. Starting from the description of already existing cases (or soon to be implemented), initially the rules of a “procedural” and “substantive” nature (national, European and international) are traced, evaluating the former not sufficient in order to achieve a balance in the system. Therefore, in the second section of the work we move on to argue in favor of a unitary interpretation of the principles of public order and morality. A more exact definition of their contours is provided, also in consideration of the tendential convergence that often unites the interpretative results linked to “rules” and “standards” and recalling how they have allowed interpreters to adapt “static” normative dispositions to the dynamic change of values over time. In conclusion, the suitability of the aforementioned principles to act as a picklock for the entry into the Italian legal system of principles and values by now consolidated but not yet translated into law in superordinate systems is confirmed. Thus the traditional vision that circumscribes the scope of application of the requirement of lawfulness in patenting is overcome, excluding in this way the patentability of some autonomous weapons.

Il saggio affronta il problema della brevettabilità delle armi autonome e a duplice uso relativamente al requisito della liceità dell'invenzione e, più in particolare, del contrasto con i principi dell'ordine pubblico e del buon costume. Partendo dalla descrizione di casi già esistenti (o di prossima attuazione), vengono inizialmente tracciate le norme di natura "procedurale" e "sostanziale" (nazionali, europee e internazionali), valutando le prime non sufficienti a raggiungere un equilibrio nel sistema. Pertanto, nella seconda sezione del lavoro si passa ad argomentare a favore di un'interpretazione unitaria dei principi di ordine pubblico e moralità. Si fornisce una definizione più precisa dei loro contorni, anche in considerazione della tendenziale convergenza che spesso accomuna i risultati interpretativi legati a "regole" e "norme" e ricordando come essi abbiano permesso agli interpreti di adattare disposizioni normative "statiche" al cambiamento dinamico dei valori nel tempo. In conclusione, si conferma l'idoneità dei suddetti principi a fungere da grimaldello per l'ingresso nell'ordinamento italiano di principi e valori ormai consolidati ma non ancora tradotti in legge in ordinamenti sovraordinati. Viene così superata la visione tradizionale che circoscrive l'ambito di applicazione del requisito dell'illiceità nella brevettazione, escludendo in questo modo la brevettabilità di alcune armi autonome.

Ordine pubblico e clausola di moralità nella brevettazione di armi autonome e ad uso civile-militare

Muciaccia N
2022-01-01

Abstract

Il saggio affronta il problema della brevettabilità delle armi autonome e a duplice uso relativamente al requisito della liceità dell'invenzione e, più in particolare, del contrasto con i principi dell'ordine pubblico e del buon costume. Partendo dalla descrizione di casi già esistenti (o di prossima attuazione), vengono inizialmente tracciate le norme di natura "procedurale" e "sostanziale" (nazionali, europee e internazionali), valutando le prime non sufficienti a raggiungere un equilibrio nel sistema. Pertanto, nella seconda sezione del lavoro si passa ad argomentare a favore di un'interpretazione unitaria dei principi di ordine pubblico e moralità. Si fornisce una definizione più precisa dei loro contorni, anche in considerazione della tendenziale convergenza che spesso accomuna i risultati interpretativi legati a "regole" e "norme" e ricordando come essi abbiano permesso agli interpreti di adattare disposizioni normative "statiche" al cambiamento dinamico dei valori nel tempo. In conclusione, si conferma l'idoneità dei suddetti principi a fungere da grimaldello per l'ingresso nell'ordinamento italiano di principi e valori ormai consolidati ma non ancora tradotti in legge in ordinamenti sovraordinati. Viene così superata la visione tradizionale che circoscrive l'ambito di applicazione del requisito dell'illiceità nella brevettazione, escludendo in questo modo la brevettabilità di alcune armi autonome.
The essay addresses the problem of the patentability of autonomous and dualuse weapons concerning the requirement of the lawfulness of the invention and, more particularly, of the contrast with the principles of public order and morality. Starting from the description of already existing cases (or soon to be implemented), initially the rules of a “procedural” and “substantive” nature (national, European and international) are traced, evaluating the former not sufficient in order to achieve a balance in the system. Therefore, in the second section of the work we move on to argue in favor of a unitary interpretation of the principles of public order and morality. A more exact definition of their contours is provided, also in consideration of the tendential convergence that often unites the interpretative results linked to “rules” and “standards” and recalling how they have allowed interpreters to adapt “static” normative dispositions to the dynamic change of values over time. In conclusion, the suitability of the aforementioned principles to act as a picklock for the entry into the Italian legal system of principles and values by now consolidated but not yet translated into law in superordinate systems is confirmed. Thus the traditional vision that circumscribes the scope of application of the requirement of lawfulness in patenting is overcome, excluding in this way the patentability of some autonomous weapons.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Ordine pubblico e clausola di moralità.pdf

non disponibili

Tipologia: Documento in Versione Editoriale
Licenza: NON PUBBLICO - Accesso privato/ristretto
Dimensione 318.84 kB
Formato Adobe PDF
318.84 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11586/413516
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact