L’attuale pandemia è divenuta la lente di ingrandimento della fisionomia del contemporaneo modello capitalistico. Il devastante impatto registratosi sulle realtà economico-produttiva, sociale e simbolico-culturale ha contribuito a mettere in crisi il modello di sviluppo di stampo neo-liberista prevalso nei processi di globalizzazione dei mercati e di costruzione istituzionale dell’Unione Monetaria Europea. È in discussione un modello politico-teorico-culturale, la fine di un mito, La fine del Laissez-faire (J.M. Keynes, 1926, I edizione).

La crisi pandemica o..."La fine del laissez-faire"?

Bianchi, Rosa
2020

Abstract

L’attuale pandemia è divenuta la lente di ingrandimento della fisionomia del contemporaneo modello capitalistico. Il devastante impatto registratosi sulle realtà economico-produttiva, sociale e simbolico-culturale ha contribuito a mettere in crisi il modello di sviluppo di stampo neo-liberista prevalso nei processi di globalizzazione dei mercati e di costruzione istituzionale dell’Unione Monetaria Europea. È in discussione un modello politico-teorico-culturale, la fine di un mito, La fine del Laissez-faire (J.M. Keynes, 1926, I edizione).
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
PENSIERO_XL_2020-2_pp21-31_BIANCHI_Crisi_pandemica.pdf

non disponibili

Tipologia: Documento in Versione Editoriale
Licenza: NON PUBBLICO - Accesso privato/ristretto
Dimensione 380.94 kB
Formato Adobe PDF
380.94 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11586/405155
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact