La Poesia visiva di Stasi si muove fra richiami dei modelli futuristi e sfide del nuovo millennio; fra sogni, radici, interrogativi e desideri la libertà della parola immaginifica vive di una prospettiva nutrita di postmoderno, con un impatto a volte straniante, a volte radicato e percorso dalle linfe dei classici. Su tale humus germogliano balenanti intuizioni, a incroci fra letterature e culture.

Penisola salentina

Filieri, Emilio
2021

Abstract

La Poesia visiva di Stasi si muove fra richiami dei modelli futuristi e sfide del nuovo millennio; fra sogni, radici, interrogativi e desideri la libertà della parola immaginifica vive di una prospettiva nutrita di postmoderno, con un impatto a volte straniante, a volte radicato e percorso dalle linfe dei classici. Su tale humus germogliano balenanti intuizioni, a incroci fra letterature e culture.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11586/380512
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact