Several recent law enforcement-related shootings and deaths in the United States have sparked intense protests throughout the Country and a fierce debate in Congress concerning the appropriate level of force police officers should wield in a society that equally values public safety and the lives of each of its citizens under law. Currently, in the US, the Supreme court jurisprudence has progressively eroded the front of the individual rights guarantees stating that even if an officer has engaged in unconstitutional conduct, the doctrine of qualified immunity may insulate him /her from personal civil liability if his or her actions did not “violate clearly established statutory or constitutional rights of which a reasonable person would have known.” This defensive shield in favor of police officers feeds social tensions and lack of trust of a large part of the public opinion in the law enforcement.

Il tema dell’uso (eccessivo) della forza da parte dei rappresentanti delle forze di polizia è questione sulla quale si gioca un importante e complesso compromesso politico che si collega alla necessità di bilanciare la garanzia efficace dell’ordine e della sicurezza pubblica con la tutela dei diritti civili individuali. Negli Stati Uniti, su tale argomento, a fronte di una (scarna) normativa (costituzionale e statutaria) la quale in effetti pare voler perseguire tale bilanciamento di valori si riscontra una giurisprudenza di rango costituzionale che nel tempo ha progressivamente eroso il fronte delle garanzie dei diritti individuali elaborando dei test di valutazione di legittimità dei comportamenti degli esponenti delle forze di polizia (sia in sede di accertamento di possibili responsabilità penali sia in ambito di valutazione di responsabilità civile) i quali, pur teoricamente orientati a punire i comportamenti colpevoli ed irragionevoli, hanno finito per definire uno scudo difensivo a favore degli ufficiali della forza pubblica che alimenta tensioni sociali e scarsa fiducia di gran parte della pubblica opinione nelle forze dell’ordine

Police Brutality, Qualified Immunity e conflitto razziale nell’esperienza statunitense

Fabiano, Laura
2021-01-01

Abstract

Several recent law enforcement-related shootings and deaths in the United States have sparked intense protests throughout the Country and a fierce debate in Congress concerning the appropriate level of force police officers should wield in a society that equally values public safety and the lives of each of its citizens under law. Currently, in the US, the Supreme court jurisprudence has progressively eroded the front of the individual rights guarantees stating that even if an officer has engaged in unconstitutional conduct, the doctrine of qualified immunity may insulate him /her from personal civil liability if his or her actions did not “violate clearly established statutory or constitutional rights of which a reasonable person would have known.” This defensive shield in favor of police officers feeds social tensions and lack of trust of a large part of the public opinion in the law enforcement.
2021
Il tema dell’uso (eccessivo) della forza da parte dei rappresentanti delle forze di polizia è questione sulla quale si gioca un importante e complesso compromesso politico che si collega alla necessità di bilanciare la garanzia efficace dell’ordine e della sicurezza pubblica con la tutela dei diritti civili individuali. Negli Stati Uniti, su tale argomento, a fronte di una (scarna) normativa (costituzionale e statutaria) la quale in effetti pare voler perseguire tale bilanciamento di valori si riscontra una giurisprudenza di rango costituzionale che nel tempo ha progressivamente eroso il fronte delle garanzie dei diritti individuali elaborando dei test di valutazione di legittimità dei comportamenti degli esponenti delle forze di polizia (sia in sede di accertamento di possibili responsabilità penali sia in ambito di valutazione di responsabilità civile) i quali, pur teoricamente orientati a punire i comportamenti colpevoli ed irragionevoli, hanno finito per definire uno scudo difensivo a favore degli ufficiali della forza pubblica che alimenta tensioni sociali e scarsa fiducia di gran parte della pubblica opinione nelle forze dell’ordine
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
articolo police brutality definitivo.pdf

accesso aperto

Tipologia: Documento in Versione Editoriale
Licenza: Creative commons
Dimensione 1.87 MB
Formato Adobe PDF
1.87 MB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11586/370061
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact