Barbieri, umorismo e la redazione del Philogelos