Il sistema della responsabilità ambientale, di matrice italo-europea, appare indebolito dalla pronuncia della Cassazione, in continuità con il passato remoto del Codice dell’ambiente (d.lg. n. 152/2006), da ultimo finalmente adeguatosi a quello europeo in termini di responsabilità oggettiva. La natura giuridica dell’azione di rivalsa contro il responsabile dell’inquinamento e la parziarietà dell’obbligazione risarcitoria ambientale inducono il civilista ad un’ulteriore riflessione sull’utilità di un’interpretazione degli strumenti civilistici in funzione di tutela ambientale, in linea con il principio «chi inquina paga» (art. 191, § 2, Tratt. FUE).

The environmental liability system, of Italian-European matrix, seems weakened by the decision of the Supreme Court, in continuity with the distant past of the environmental liability system governed by the Environmental Code (d.lg. n. 152/2006), most recently !nally adapted to the European one in terms of strict liability. The legal nature of the recoupment action against the polluter and the divisibility of the compensatory environmental obligation, lead the civil legal scholarship to further reflection on the usefulness of an interpretation of civil law instruments for environmental protection in line with principle «polluter pays» (art. 191, § 2, of the Treaty on the Functioning of the European Union).

Diritto di rivalsa e obbligazioni parziarie risarcitorie nel sistema italo-europeo di responsabilità ambientale

Valeria Corriero
2021-01-01

Abstract

Il sistema della responsabilità ambientale, di matrice italo-europea, appare indebolito dalla pronuncia della Cassazione, in continuità con il passato remoto del Codice dell’ambiente (d.lg. n. 152/2006), da ultimo finalmente adeguatosi a quello europeo in termini di responsabilità oggettiva. La natura giuridica dell’azione di rivalsa contro il responsabile dell’inquinamento e la parziarietà dell’obbligazione risarcitoria ambientale inducono il civilista ad un’ulteriore riflessione sull’utilità di un’interpretazione degli strumenti civilistici in funzione di tutela ambientale, in linea con il principio «chi inquina paga» (art. 191, § 2, Tratt. FUE).
2021
The environmental liability system, of Italian-European matrix, seems weakened by the decision of the Supreme Court, in continuity with the distant past of the environmental liability system governed by the Environmental Code (d.lg. n. 152/2006), most recently !nally adapted to the European one in terms of strict liability. The legal nature of the recoupment action against the polluter and the divisibility of the compensatory environmental obligation, lead the civil legal scholarship to further reflection on the usefulness of an interpretation of civil law instruments for environmental protection in line with principle «polluter pays» (art. 191, § 2, of the Treaty on the Functioning of the European Union).
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Diritto di rivalsa e obbligazioni parziarie risarcitorie_Rass_dir_civ_1_2021_Corriero.pdf

non disponibili

Tipologia: Documento in Versione Editoriale
Licenza: NON PUBBLICO - Accesso privato/ristretto
Dimensione 517.76 kB
Formato Adobe PDF
517.76 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11586/364205
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact