Decrescita verticale. Sul futuro del valore