Sulla Grande Guerra. Due salentini fra Ungaretti e D'Annunzio