Sul poeta dialettale Erminio Giulio Caputo (1921-2004) notevoli furono i saggi di Donato Valli e di Mario Marti, attenti anche alla sua ispirazione mistico-religiosa. Interessante appare ora un aspetto inedito della personalità poetica di Caputo, legato alle sue traduzioni in dialetto di significative poesie delle letterature spagnola, russa, rumena e italiana; qui in particolare sono proposte le traduzioni di 'Corno inglese' e di 'Scirocco', dagli "Ossi di seppia" di Montale. L’antieroe montaliano diviene in Caputo motivo di inasprita pronuncia dinanzi all’oscuro male universale. Così nella sua poesia la ricerca acustica e l’intenso cromatismo si aprono pure all’evocazione del sacro, come a notare «porte socchiuse», nella speranza di uno spiraglio. D. Valli e M. Marti wrote important essays about Erminio Giulio Caputo (1921-2004), who composed poems in Salento dialect. But now there is an unprecented aspect, linked to his translation activity of poems of Italian literature. Moreover Caputo translated 'Corno inglese' e 'Scirocco', who belong to the collection entitled Ossi di seppia by Montale. Montale antihero becomes reason of harsh expression in Caputo, in front of dark universal evil. Sound and colors open to evocation of the sacred, in the hope for a glimmer.

Il Montale ‘dialettale’ di Erminio Giulio Caputo

Emilio Filieri
2020

Abstract

Sul poeta dialettale Erminio Giulio Caputo (1921-2004) notevoli furono i saggi di Donato Valli e di Mario Marti, attenti anche alla sua ispirazione mistico-religiosa. Interessante appare ora un aspetto inedito della personalità poetica di Caputo, legato alle sue traduzioni in dialetto di significative poesie delle letterature spagnola, russa, rumena e italiana; qui in particolare sono proposte le traduzioni di 'Corno inglese' e di 'Scirocco', dagli "Ossi di seppia" di Montale. L’antieroe montaliano diviene in Caputo motivo di inasprita pronuncia dinanzi all’oscuro male universale. Così nella sua poesia la ricerca acustica e l’intenso cromatismo si aprono pure all’evocazione del sacro, come a notare «porte socchiuse», nella speranza di uno spiraglio. D. Valli e M. Marti wrote important essays about Erminio Giulio Caputo (1921-2004), who composed poems in Salento dialect. But now there is an unprecented aspect, linked to his translation activity of poems of Italian literature. Moreover Caputo translated 'Corno inglese' e 'Scirocco', who belong to the collection entitled Ossi di seppia by Montale. Montale antihero becomes reason of harsh expression in Caputo, in front of dark universal evil. Sound and colors open to evocation of the sacred, in the hope for a glimmer.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11586/323886
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact