Sui diritti fondamentali nelle Costituzioni ottriate