Com’è? Come sono? Come sei? Come Siamo? Sono queste le domande che stanno al fondo della questione filosofica della forma, che sembra astratta ma che è, in realtà, implicata in tutti i processi di riconoscimento in cui una qualità viene attribuita a qualcosa o a qualcuno. Peirce interpreta i processi di attribuzione delle qualità come processi semiotici: riconoscere, infatti, significa sempre riconoscere qualcosa o qualcuno in quanto qualcos’altro. Questo “in quanto qualcos’altro”, tuttavia, ha una duplice direzione: da una parte, conduce verso l’identificazione con un gruppo, un “noi” in cui si definisce un’appartenenza in base ad un come che accomuna e, dall’altra, conduce verso quell’assoluta singolarità del come io sono, o come qualcosa è, che definisce un sui generis incomparabile. E’ questa irriducibile dualità dell’“in quanto qualcos’altro” che rende avventurosa la riflessione peirciana sulla forma, che ne determina l’inquietudine, i continui cambiamenti, i ripensamenti e le svolte che questo libro insegue.

C. S. Peirce. Le avventure della forma

IULIA PONZIO
2020-01-01

Abstract

Com’è? Come sono? Come sei? Come Siamo? Sono queste le domande che stanno al fondo della questione filosofica della forma, che sembra astratta ma che è, in realtà, implicata in tutti i processi di riconoscimento in cui una qualità viene attribuita a qualcosa o a qualcuno. Peirce interpreta i processi di attribuzione delle qualità come processi semiotici: riconoscere, infatti, significa sempre riconoscere qualcosa o qualcuno in quanto qualcos’altro. Questo “in quanto qualcos’altro”, tuttavia, ha una duplice direzione: da una parte, conduce verso l’identificazione con un gruppo, un “noi” in cui si definisce un’appartenenza in base ad un come che accomuna e, dall’altra, conduce verso quell’assoluta singolarità del come io sono, o come qualcosa è, che definisce un sui generis incomparabile. E’ questa irriducibile dualità dell’“in quanto qualcos’altro” che rende avventurosa la riflessione peirciana sulla forma, che ne determina l’inquietudine, i continui cambiamenti, i ripensamenti e le svolte che questo libro insegue.
978-88-6983-281-9
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Ponzio_Peirce_07_07_2020.pdf

non disponibili

Tipologia: Documento in Versione Editoriale
Licenza: NON PUBBLICO - Accesso privato/ristretto
Dimensione 1.37 MB
Formato Adobe PDF
1.37 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11586/305188
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact