Ingmar Bergman e la tradizione