Il gesto di Egisto e l’eisangelia: ancora sul vaso apulo dei Choregoi