Il doppio e l’uno: la pluralità di reati