La pianificazione antincendio costituisce un aspetto prioritario nella gestione delle risorse naturali nelle aree protette, in particolare in ambito mediterraneo. L'Ente Parco Nazionale dei Monti Sibillini (Marche-Umbria), così come previsto dalla Legge 353/2000 sugli incendi boschivi, ha promosso la redazione del presente volume in cui sono riportati una serie di riferimenti e di approfondimenti relativi agli aspetti normativi, nazionali e regionali, riguardanti la tematica degli incendi boschivi. Il territorio del Parco viene dettagliatamente descritto, con particolare riferimento alla vegetazione d'interesse forestale e all'analisi delle principali criticità connesse all'innesco e alla diffusione degli incendi. Nel volume vengono inoltre illustrati i risultati delle attività di ricerca, prevalentemente condotte in ambiente GIS, riguardanti gli incendi pregressi, la distinzione del territorio dell'area protetta in aree con differenti livelli di pericolosità e diverso grado di rischio di incendio. La parte conclusiva è dedicata alla definizione degli interventi prioritari e alla programmazione tecnico-economica delle attività da svolgere nel quinquennio di riferimento.

Capitolo IV. Prevenzione

Patrizia Tartarino
Membro del Collaboration Group
2019

Abstract

La pianificazione antincendio costituisce un aspetto prioritario nella gestione delle risorse naturali nelle aree protette, in particolare in ambito mediterraneo. L'Ente Parco Nazionale dei Monti Sibillini (Marche-Umbria), così come previsto dalla Legge 353/2000 sugli incendi boschivi, ha promosso la redazione del presente volume in cui sono riportati una serie di riferimenti e di approfondimenti relativi agli aspetti normativi, nazionali e regionali, riguardanti la tematica degli incendi boschivi. Il territorio del Parco viene dettagliatamente descritto, con particolare riferimento alla vegetazione d'interesse forestale e all'analisi delle principali criticità connesse all'innesco e alla diffusione degli incendi. Nel volume vengono inoltre illustrati i risultati delle attività di ricerca, prevalentemente condotte in ambiente GIS, riguardanti gli incendi pregressi, la distinzione del territorio dell'area protetta in aree con differenti livelli di pericolosità e diverso grado di rischio di incendio. La parte conclusiva è dedicata alla definizione degli interventi prioritari e alla programmazione tecnico-economica delle attività da svolgere nel quinquennio di riferimento.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Capitolo 4. PIANO AIB.pdf

non disponibili

Descrizione: Capitolo IV
Tipologia: Documento in Versione Editoriale
Licenza: NON PUBBLICO - Accesso privato/ristretto
Dimensione 851.5 kB
Formato Adobe PDF
851.5 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11586/277451
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact