Il reclamo-mediazione, sintomatico dell’evoluzione del sistema normativo verso una “marginalizzazione” della fase contenziosa, è allocato nella fase che precede l’instaurazione del processo tributario. Per le controversie, ricomprese nella giurisdizione tributaria, il cui valore non ecceda i 20.000,00 euro, è richiesta, ai fini della procedibilità della domanda, la preventiva proposizione di un reclamo, che può anche contenere una proposta di mediazione, volta a dirimere l’insorgenda lite; in caso di mancato accoglimento del reclamo o della proposta di mediazione, si producono gli effetti propri del ricorso tributario. Sotto il profilo oggettivo, l’obbligo del previo esperimento del reclamo ha ad oggetto le sole controversie, rientranti nella giurisdizione tributaria. Dal punto di vista soggettivo, l’ambito di applicazione del reclamo-mediazione concerne tutte le controversie rientranti nella giurisdizione tributaria, aventi ad oggetto l’impugnazione di atti e provvedimenti emessi da qualsiasi tipologia di ente impositore. L’organo competente a conoscere della procedura appartiene alla stessa autorità che ha emanato l’atto impugnato, che vi provvede attraverso strutture diverse ed autonome da quelle che hanno curato l’istruttoria degli atti reclamabili.

The complaint/mediation, symptomatic of the evolution of the regulatory system towards a “marginalization” of the litigation phase, is located in the phase preceding the taxation process. For disputes covered by tax jurisdiction whose value does not exceed € 20,000.00, the submission of a claim is required – for the purpose of the applicability of the claim – to contain a proposal of mediation intended to prevent the onset of the legal proceedings; in case of failure to accept the claim or the mediation proposal, the taxation is applied. From an objective point of view, the obligation of the prior exercise of the complaint concerns only the disputes that fall within the tax jurisdiction. From the subjective point of view, the scope of application of the mediation/complaint concerns all disputes within the tax jurisdiction, which concern the appeal of acts and measures provided by any type of taxpayer. The body competent to know the procedure belongs to the same authority that issued the contested measure, thus different and autonomous structures from those who have investigated the acts of reclamation are involved.

Il reclamo e la mediazione tra procedimento e processo

Parente Salvatore Antonello
2017

Abstract

The complaint/mediation, symptomatic of the evolution of the regulatory system towards a “marginalization” of the litigation phase, is located in the phase preceding the taxation process. For disputes covered by tax jurisdiction whose value does not exceed € 20,000.00, the submission of a claim is required – for the purpose of the applicability of the claim – to contain a proposal of mediation intended to prevent the onset of the legal proceedings; in case of failure to accept the claim or the mediation proposal, the taxation is applied. From an objective point of view, the obligation of the prior exercise of the complaint concerns only the disputes that fall within the tax jurisdiction. From the subjective point of view, the scope of application of the mediation/complaint concerns all disputes within the tax jurisdiction, which concern the appeal of acts and measures provided by any type of taxpayer. The body competent to know the procedure belongs to the same authority that issued the contested measure, thus different and autonomous structures from those who have investigated the acts of reclamation are involved.
Il reclamo-mediazione, sintomatico dell’evoluzione del sistema normativo verso una “marginalizzazione” della fase contenziosa, è allocato nella fase che precede l’instaurazione del processo tributario. Per le controversie, ricomprese nella giurisdizione tributaria, il cui valore non ecceda i 20.000,00 euro, è richiesta, ai fini della procedibilità della domanda, la preventiva proposizione di un reclamo, che può anche contenere una proposta di mediazione, volta a dirimere l’insorgenda lite; in caso di mancato accoglimento del reclamo o della proposta di mediazione, si producono gli effetti propri del ricorso tributario. Sotto il profilo oggettivo, l’obbligo del previo esperimento del reclamo ha ad oggetto le sole controversie, rientranti nella giurisdizione tributaria. Dal punto di vista soggettivo, l’ambito di applicazione del reclamo-mediazione concerne tutte le controversie rientranti nella giurisdizione tributaria, aventi ad oggetto l’impugnazione di atti e provvedimenti emessi da qualsiasi tipologia di ente impositore. L’organo competente a conoscere della procedura appartiene alla stessa autorità che ha emanato l’atto impugnato, che vi provvede attraverso strutture diverse ed autonome da quelle che hanno curato l’istruttoria degli atti reclamabili.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Parente SA_Zeszyty Naukowe KUL n. 3_2017.pdf

non disponibili

Tipologia: Documento in Versione Editoriale
Licenza: NON PUBBLICO - Accesso privato/ristretto
Dimensione 201.96 kB
Formato Adobe PDF
201.96 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11586/272942
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact