L’inclusione dei «non cittadini» attraverso la rigenerazione urbana