Sul principio di proporzionalità e la perdita della cittadinanza europea