Decadenza dell’età moderna e critica dell’Illuminismo nella Prefazione al Narciso di J.-J. Rousseau Il contributo presenta un momento di riflessione sulla Prefazione di J.-J. Rousseau al Narciso, o l’amante di se stesso, commedia del filosofo ginevrino rappresentata nel 1752. Nelle pagine di questo breve testo di straordinario spessore critico, che costituisce un ponte concettuale fra il Discorso sulle scienze e sulle arti (1750) e il più celebre Discorso sulle origini e i fondamenti della disuguaglianza tra gli uomini (1755), acquista consistenza la visione anti-progressiva della storia di Rousseau, la demistificazione di un frenetico modello di sviluppo economico, il rifiuto delle forme organizzate di una società che corrompe gli individui, alterandone l’autenticità e favorendo uno spietato antagonismo. Ancora straordinariamente attuale, la Prefazione al Narciso induce a ripensare forme e modi della vita civile a partire da quella necessaria e impietosa analisi dell’uomo estraniato, della malattia sociale, delle forme di disuguaglianza che la politica non riesce a stemperare e contribuisce, invece, ad accrescere.

Decadenza dell’età moderna e critica dell’Illuminismo nella Prefazione al Narciso di J.-J. Rousseau

Laura Mitarotondo
2020

Abstract

Decadenza dell’età moderna e critica dell’Illuminismo nella Prefazione al Narciso di J.-J. Rousseau Il contributo presenta un momento di riflessione sulla Prefazione di J.-J. Rousseau al Narciso, o l’amante di se stesso, commedia del filosofo ginevrino rappresentata nel 1752. Nelle pagine di questo breve testo di straordinario spessore critico, che costituisce un ponte concettuale fra il Discorso sulle scienze e sulle arti (1750) e il più celebre Discorso sulle origini e i fondamenti della disuguaglianza tra gli uomini (1755), acquista consistenza la visione anti-progressiva della storia di Rousseau, la demistificazione di un frenetico modello di sviluppo economico, il rifiuto delle forme organizzate di una società che corrompe gli individui, alterandone l’autenticità e favorendo uno spietato antagonismo. Ancora straordinariamente attuale, la Prefazione al Narciso induce a ripensare forme e modi della vita civile a partire da quella necessaria e impietosa analisi dell’uomo estraniato, della malattia sociale, delle forme di disuguaglianza che la politica non riesce a stemperare e contribuisce, invece, ad accrescere.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Mitarotondo_Gabellone_StatoEcittadinanza.pdf

non disponibili

Tipologia: Documento in Post-print
Licenza: NON PUBBLICO - Accesso privato/ristretto
Dimensione 2.32 MB
Formato Adobe PDF
2.32 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11586/263812
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact