La scuola ha un preciso disegno formativo destinato a superare la storia: dare strumenti e ragioni per uscire dall’ignoranza, per superare le paure e le distorsioni che gli egoismi individuali nutrono. La scuola è un moltiplicatore della democrazia e la democrazia è oggi un “oggetto” troppo frangibile per non farle spazio nell’insegnamento. In una società quale la nostra, “senza padri” e senza ideologie, alla scuola tocca attraversare ampie zone di oscurità e fare i conti con la banalità del male. Di fronte a tale problema l’unico scenario possibile per le scuole è quello di trovare forme sempre più incisive di mediazione per insegnare a conoscere e, attraverso il conoscere, anche a vivere e a convivere. Il saggio argomenta tale assunto a partire da una critica al volume "L'aula vuota" di Galli della Loggia.

Apologia della predella

Perla L.
2020

Abstract

La scuola ha un preciso disegno formativo destinato a superare la storia: dare strumenti e ragioni per uscire dall’ignoranza, per superare le paure e le distorsioni che gli egoismi individuali nutrono. La scuola è un moltiplicatore della democrazia e la democrazia è oggi un “oggetto” troppo frangibile per non farle spazio nell’insegnamento. In una società quale la nostra, “senza padri” e senza ideologie, alla scuola tocca attraversare ampie zone di oscurità e fare i conti con la banalità del male. Di fronte a tale problema l’unico scenario possibile per le scuole è quello di trovare forme sempre più incisive di mediazione per insegnare a conoscere e, attraverso il conoscere, anche a vivere e a convivere. Il saggio argomenta tale assunto a partire da una critica al volume "L'aula vuota" di Galli della Loggia.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
NS6_WEB pagine 14 - 16.pdf

non disponibili

Tipologia: Documento in Post-print
Licenza: NON PUBBLICO - Accesso privato/ristretto
Dimensione 295.98 kB
Formato Adobe PDF
295.98 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11586/261557
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact