IL CONSENSO INFORMATO E IL TRATTAMENTO DEI DISTURBI DELLA CONDOTTA ALIMENTARE