L’esigenza di affrontare il problema del consumo di suolo è ineludibile per garantire processi evolutivi coerenti con la promozione del capitale naturale e del paesaggio, con la valorizzazione delle aree rurali, con la riqualificazione e la rigenerazione di aree dismesse o degradate; il riuso assurge a concetto chiave nella logica dell’economia circolare; il dovere delle amministrazioni di dotarsi di strumenti in grado di fronteggiare lo sprawl urbano in sostanza costituisce un corollario dello sviluppo sostenibile. In tale prospettiva, il contenimento del consumo di suolo è destinato a incidere in modo pervasivo sulla discrezionalità esercitabile in sede di pianificazione e, del pari, è suscettibile di ampliare sia il novero dei soggetti legittimati ad agire in giudizio, sia le maglie del sindacato giurisdizionale incentrato sulla razionalità delle scelte amministrative. Lo scritto si concentra su tali aspetti e mette in luce, per un verso, l’opportunità di elaborare strategie che sappiano orientare dette scelte, fra cui quelle spettanti agli enti territoriali di area vasta, riguardo obiettivi di sostenibilità ambientale, economica e sociale, per altro verso, il fondamentale ruolo che la cittadinanza interessata dai processi di rigenerazione è chiamata a svolgere, secondo dinamiche improntate al principio di sussidiarietà orizzontale.

Il problema del consumo di suolo

Primerano G A
2019

Abstract

L’esigenza di affrontare il problema del consumo di suolo è ineludibile per garantire processi evolutivi coerenti con la promozione del capitale naturale e del paesaggio, con la valorizzazione delle aree rurali, con la riqualificazione e la rigenerazione di aree dismesse o degradate; il riuso assurge a concetto chiave nella logica dell’economia circolare; il dovere delle amministrazioni di dotarsi di strumenti in grado di fronteggiare lo sprawl urbano in sostanza costituisce un corollario dello sviluppo sostenibile. In tale prospettiva, il contenimento del consumo di suolo è destinato a incidere in modo pervasivo sulla discrezionalità esercitabile in sede di pianificazione e, del pari, è suscettibile di ampliare sia il novero dei soggetti legittimati ad agire in giudizio, sia le maglie del sindacato giurisdizionale incentrato sulla razionalità delle scelte amministrative. Lo scritto si concentra su tali aspetti e mette in luce, per un verso, l’opportunità di elaborare strategie che sappiano orientare dette scelte, fra cui quelle spettanti agli enti territoriali di area vasta, riguardo obiettivi di sostenibilità ambientale, economica e sociale, per altro verso, il fondamentale ruolo che la cittadinanza interessata dai processi di rigenerazione è chiamata a svolgere, secondo dinamiche improntate al principio di sussidiarietà orizzontale.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
G.A. Primerano, Il problema del consumo di suolo.pdf

non disponibili

Tipologia: Documento in Versione Editoriale
Licenza: NON PUBBLICO - Accesso privato/ristretto
Dimensione 324.19 kB
Formato Adobe PDF
324.19 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11586/258566
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact