I metodi di definizione e gestione dei crediti deteriorati (c.d. NPL) sono regolati in modo da rendere omogenee le condizioni nel "mercato interno" dell'UE. Tuttavia, i diversi sistemi presentano molti fattori di diversità "ambientali" che frustrano l'omogeneizzazione. Ciò comporta molteplici discriminazioni, sia tra i paesi che tra le banche. Partendo dal rilievo del principio di non discriminazione nel diritto europeo, valutato in comparazione con il mantra del mercato unico, si propone in quali modi – comunque compatibili con l'integrazione europea – si possa mitigare una regolamentazione unica, applicando il principio di proporzionalità anche in questo settore.

Crediti deteriorati, discriminazione, proporzionalità

Antonucci, Antonia
2019

Abstract

I metodi di definizione e gestione dei crediti deteriorati (c.d. NPL) sono regolati in modo da rendere omogenee le condizioni nel "mercato interno" dell'UE. Tuttavia, i diversi sistemi presentano molti fattori di diversità "ambientali" che frustrano l'omogeneizzazione. Ciò comporta molteplici discriminazioni, sia tra i paesi che tra le banche. Partendo dal rilievo del principio di non discriminazione nel diritto europeo, valutato in comparazione con il mantra del mercato unico, si propone in quali modi – comunque compatibili con l'integrazione europea – si possa mitigare una regolamentazione unica, applicando il principio di proporzionalità anche in questo settore.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Crediti deteriorati discriminazione proporzionalità.pdf

accesso aperto

Tipologia: Documento in Versione Editoriale
Licenza: Creative commons
Dimensione 631.78 kB
Formato Adobe PDF
631.78 kB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11586/258108
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact