Si illustra il caso del sequestro Becchina, un ingente complesso di reperti archeologici detenuti illegalmente, frutto di scavi clandestini in Italia e soprattutto in Daunia

Recuperato il tesoro del predatore dell’arte perduta

VOLPE G.
2015

Abstract

Si illustra il caso del sequestro Becchina, un ingente complesso di reperti archeologici detenuti illegalmente, frutto di scavi clandestini in Italia e soprattutto in Daunia
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Ananke 2015 predatore.pdf

non disponibili

Tipologia: Documento in Pre-print
Licenza: NON PUBBLICO - Accesso privato/ristretto
Dimensione 3.83 MB
Formato Adobe PDF
3.83 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11586/257761
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact