Teorico dell'arte, critico militante e attivista, Douglas Crimp nel corso della sua lunga e inesausta attività ha adottato un punto di vista interdisciplinare in cui l'imprinting dei Cultural Studies è evidente nella riflessione sulle dinamiche istituzionali, insieme con l'indagine serrata del quotidiano. Il saggio sottolinea il valore e la specificità del contributo del critico d'arte, sempre attento alla scena artistica underground newyorchese, rispetto alla riflessione sul genere e sulla queer theory.

Performare il genere: militanza e critica d'arte, la prospettiva di Douglas Crimp

Maria Giovanna Mancini
2017

Abstract

Teorico dell'arte, critico militante e attivista, Douglas Crimp nel corso della sua lunga e inesausta attività ha adottato un punto di vista interdisciplinare in cui l'imprinting dei Cultural Studies è evidente nella riflessione sulle dinamiche istituzionali, insieme con l'indagine serrata del quotidiano. Il saggio sottolinea il valore e la specificità del contributo del critico d'arte, sempre attento alla scena artistica underground newyorchese, rispetto alla riflessione sul genere e sulla queer theory.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
MGM_performare il genere.pdf

non disponibili

Tipologia: Documento in Versione Editoriale
Licenza: NON PUBBLICO - Accesso privato/ristretto
Dimensione 423.87 kB
Formato Adobe PDF
423.87 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11586/256980
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact