L’articolo prende in considerazione le intrusioni d’autore nella narrazione balzachiana, che sono tradizionalmente oggetto anche di ironia nei confronti di Balzac da parte di grandi critici come Auerbach e Genette. Tali intrusioni e motivazioni, tuttavia, non devono essere lette come generalizzazioni, come massime, bensì come supporto della storia raccontata che può prendere diverse direzioni. L’articolo illustra questo assunto con un esempio relativo alla nozione di fraternità in Illusions perdues.

Primato del racconto e riflessione autoriale in Balzac. Un esempio: la fraternità

Francesco Fiorentino
2019

Abstract

L’articolo prende in considerazione le intrusioni d’autore nella narrazione balzachiana, che sono tradizionalmente oggetto anche di ironia nei confronti di Balzac da parte di grandi critici come Auerbach e Genette. Tali intrusioni e motivazioni, tuttavia, non devono essere lette come generalizzazioni, come massime, bensì come supporto della storia raccontata che può prendere diverse direzioni. L’articolo illustra questo assunto con un esempio relativo alla nozione di fraternità in Illusions perdues.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Fiorentino_Primato del racconto.pdf

non disponibili

Tipologia: Documento in Pre-print
Licenza: NON PUBBLICO - Accesso privato/ristretto
Dimensione 835.88 kB
Formato Adobe PDF
835.88 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11586/256152
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact